Agenzia di Comunicazione e Marketing

Design & UX

Graphic Design
Web Design
User Experience Layout
Editorial design
Responsive and Mobile friendly

Web Development

Project Design
Websites HTML & WordPress
E-commerce
Multilingual Websites
Web based APP

STRATEGY

Advertising Campaign
Media Planning
Social Media Marketing
SEO, Analytics & ADwords
Audience Development

una storia di coraggio

Essere indicizzati da Big G tra le prime 10 Agenzie di comunicazione italiane; (permetteteci una punta di orgoglio 🙂 come ci siamo riusciti?

A.D. 2016
Ne abbiamo raccontate di storie, eravamo poco più che degli sbarbatelli, era un gioco che a Viterbo ci faceva sentire il sapore inebriante dell’avanguardia.
Ricordo, nel vecchio millennio, un signore sulla sessantina passare di fronte a quello che era il nostro covo di nerd e chiedere se fosse uno studio di tatuaggi.
Ricordo Fabrizio, uscire di scatto, sempre dal covo, e gridare alla via “RIDIIIII PAGLIACCIOOOOOOO”.
Ricordo i primi lavori di comunicazione che ci facevano sentire importanti.
Ricordo i traslochi, tanti traslochi che non ricordo più quanti, che i clienti non ci trovavano mai.
Ricordo il modem a 9600 emettere quel delizioso gracchìo, dove c’era dentro tutta l’attesa del mondo.
Ricordo le collaborazioni, i vai e vieni dei grafici, delle ragazze dei grafici, delle madri dei grafici, dei clienti dei grafici.
Ricordo quando si sceglieva il nome da dare alla prima partita iva.
Ricordo la prima fattura, che non sapevo come si faceva.
Ricordo Photoshop 4 che per farlo girare su un Mac 7200 erano guai.
E poi Culture Grafiche, Giorgio, Fabrizio, Federico, Samuele, Stefano, Andrea, Francesco, Filippo Apri, tirocinanti e stagiste, Calogero, Giggi, Fausto, Mauro.
I software che si evolvevano, i clienti che si evolvevano, le tipografie ecco… sono rimaste le stesse.
E poi rimettersi in gioco, ricominciare a studiare per fare largo ai giovani, cominciare a immaginare nuove prospettive professionali.
Perché la barba, prima o poi, imbianca e bisogna scegliere, sapere in anticipo cosa ci riserva il futuro e saperlo usare.
Grazie a tutti quanti ci hanno fatto dannare in questi quindici anni, senza di loro non saremmo cresciuti, non c’è fuoco senza una scintilla.
E grazie a tutti quelli che anche in futuro si siederanno accanto a noi, al nostro fuoco, a raccontarci quelle storie che tanto ci piacciono e che trasformeremo insieme in racconti di vita.

comunicazione e marketing