Agenzia di Comunicazione e Marketing

Design & UX

Graphic Design
Web Design
User Experience Layout
Editorial design
Responsive and Mobile friendly

Web Development

Project Design
Websites HTML & WordPress
E-commerce
Multilingual Websites
Web based APP

STRATEGY

Advertising Campaign
Media Planning
Social Media Marketing
SEO, Analytics & ADwords
Audience Development

Consigli per uno
storytelling efficace

Che cosa è lo Storytelling?

Lo Storytelling è più che sedersi e scrivere una storia di eroismo o di romanticismo o di fantastici draghi.
Scommettiamo che in ogni film che avete visto le storie girano più o meno così: c’è una persona che fa qualcosa in reazione a qualcosa che è accaduto intorno a lei, che a sua volta provoca un’altra cosa da accadere che la persona ha anche a che fare qualcosa al riguardo, e così via.
Per le agenzie di marketing e pubblicità pensare allo storytelling visivo è un’opportunità che può fruttare molti potenziali clienti, poiché una storia raccontata in modo coerente per mezzo di contenuti visivi d’impatto su più piattaforme crea un forte legame con i clienti.
Un elemento ricorrente nel racconto delle vicende umane è da sempre il concetto degli archetipi. Questi personaggi e soggetti classici sono tutt’ora efficaci e possono essere utilizzati come fonte di ispirazione per la creazione di comunicazioni coinvolgenti.
Gli archetipi diventano uno strumento efficace per il branding, la pubblicità e il marketing. I racconti basati sugli archetipi sono potenti perché parlano dei bisogni primari dell’essere umano, quelli che condivide con i suoi simili.
Sono storie che si ripetono e tramandano perché forniscono la chiave per comprendere le esperienze e le motivazioni umane. Utilizzando la forza della narrazione, lavorando con gli archetipi e dando vita a quei personaggi classici tramite lo storytelling visivo, in più formati e su piattaforme diverse, è possibile creare un’esperienza coinvolgente per il pubblico, attirare l’attenzione degli spettatori e costruire marchi eccezionali.
Incontriamo la “narrazione” come forma di comunicazione in ogni aspetto quotidiano della nostra vita, come quando vediamo un uomo tirare un cane di un incrocio molto trafficato, o quando guardiamo un gruppo di manifestanti con cartelli dipinti a mano per una causa in cui credono. Tutto queste cose sono storie; sono piccoli momenti in cui le persone agiscono e influenzano il mondo che li circonda.

LO STORYTELLING, V.J. PROPP E GLI ARCHETIPI DELLA NARRAZIONE

Vladimir Jakovlevič Propp è stato un linguista ed un antropologo russo (di origine tedesca).
Analizzando un gran numero di fiabe è riuscito ad elaborare delle tipologie di strutture narrative ricorrenti, il così detto “schema di Propp”. Oggi, la metodologia dello Storytelling al fine di raccontare un brand, un’azienda, un prodotto, sono diventati elementi molto importanti del web marketing.
I contenuti servono ad emozionare, coinvolgere, informare, attirare e dare risposte utile agli utenti, ma non sono la panacea di tutti i mali, dipende sempre dai risultati che si vuole ottenere con la presenza online e dagli obiettivi che ci siamo dati.
Vladimir Propp isola gli schemi narrativi ed offre degli esempi di “personaggi” protagonisti delle narrazioni. Dei veri e propri archetipi sulla base dei quali è possibile fondare la nostra narrazione, il nostro messaggio, la nostra comunicazione web, le storie che possono accompagnare un “brand” nel suo percorso di visibilità sulla rete internet:
1. Eroe
2. Aiutante magico
3. Antagonista
4. Mandante
5. Il premio / la principessa (ci sarebbe tanto da dire sul sessismo di tante fiabe e di tanta pubblicità…)
6. Il donatore
7. Falso eroe

Come vedete la “narrazione” non è una disciplina così complicata, dopo tutto. Tutti sanno già le basi. La chiave sta nel saper attrarre l’attenzione degli spettatori e nel il modo di comunicare con i vostri clienti.

Articolare lo Storytelling per i vostri clienti

Alla base di uno storytelling di successo c’è sicuramente la semplificazione, concentriamoci su elementi essenziali che hanno un’applicazione universale. Ipotizziamone alcuni: “Perché devi raccontare questa storia? Qual è la convinzione che brucia dentro di te? Di cosa si nutre la tua storia? Qual è la cosa essenziale che si sta cercando di trasmettere al pubblico? Quando ci si trova in riunione con il cliente, cosa hai intenzione di raccontare?” Non stiamo vendendo un sito web o una campagna di branding. Stiamo vendendo una storia, un’idea, un sogno.
I vostri clienti sognano qualcosa di più grande di un semplice “sito web” o “marchio”. Sognano utenti fedeli che dicano cose meravigliose su di loro. Sognano di cambiare il mondo attraverso il lavoro che fanno. Sognano di una storia che, come per il designer, sia tutta da scoprire.
Per questo è molto importante conoscere la storia, l’immagine, la mission del nostro cliente, passarci tanto di quel tempo insieme da avere un’idea chiara di cosa voler trasmettere tramite un’approccio di studi psicologico sul target di riferimento.

Parole o immagini?

Come designer, il visual è molto importante nel nostro lavoro. Usiamo le immagini per raccontare storie per tutto il tempo: dalla madre sorridente che spinge un carrello della spesa in un annuncio stampa per una fila di colture baciata dal sole in un sito che parla di agricoltura sostenibile. Ma per quanto riguarda le parole? Si potrebbe pensare che la scrittura sia lavoro degli scrittori, e lo è, ma se sappiamo cosa vogliamo dire, con un po’ di esperienza il risultato è garantito.
Ma per quanto riguarda le parole vere e proprie?
Lavorare con il testo significa lavorare con le parole – disporle in modo tale da raggiungere e catturare l’attenzione del lettore. Proprio come per le immagini, le parole possono raccontare una storia diversa a seconda del loro modo essere viste. La Tipografia è un mezzo molto più espressivo di quanto pensino la maggior parte delle persone. I progettisti della stampa tradizionale conoscono da tempo questa realtà, ma per i web designer, il background in ambito tipografico a volte può essere a volte secondario.
Solo perché non sei un copywriter professionista non significa le tue parole non siano preziose. Un sacco di designer e artisti hanno raggiunto un successo tremendo semplicemente perché hanno scritto o bloggato qualcosa che le altre persone hanno immaginato di valore, semplici verità che hanno sentito il bisogno di condividere.

In conclusione

La cosa più importante che deve fare un professionista creativo è catturare l’immaginazione del pubblico. Un vero visionario che ha una narrazione, e racconta storie di lavoro in qualunque modo possa creare e sottolineare un brand.
Ricorda, nessuno compra le tue abilità, Compra la storia che racconti il perché, non il che cosa, di quello che fate. Utilizzare personalità e passione, quindi è la chiave per uno storytelling di successo.

Lettura consigliata: “Il viaggio dell’eroe” di Vogler (per avere buone basi riguardo la struttura narrativa)

comunicazione e marketing